I nostri Campioni

L’anno 2017 è già iniziato da più di un mese ed anche A.D.B. Onlus, riallacciati i fili delle problematiche dei diabetici bolognesi, fili temporaneamente sparsi, si rimette al lavoro e riprende la propria attività con intraprendenza e passione.

Per prima cosa ringrazia, orgogliosa, i propri atleti Riccardo Montanari e Filippo Bernardini vittoriosi anche nel 2016. Grazie per quanto avete fatto che ci permette di dimostrare che l’attività fisica è molto importante per tutti coloro che sono affetti da diabete: contribuisce ad abbassare la glicemia e determina un effetto positivo sul benessere generale della persona. BRAVI ! Questo breve filmato per esprimere un grande “grazie” da tutti noi.

Presto pubblicheremo la sintesi di tutti Progetti e di tutti gli Eventi, già allo studio, che presto intendiamo realizzare. Gloria Burzi

Pubblicato in categoria Eventi | Lascia un commento

Tanti Auguri a tutti

La sede di ADB rimarrà chiusa al pubblico dal 23 dicembre 2016 al 9 gennaio 2017

Pubblicato in categoria Eventi | Lascia un commento

Riparte l’U.O. di Diabetologia del S.Orsola

INCONTRO CON LA DIREZIONE DEL POLICLINICO S.ORSOLA MALPIGHI

Giovedì 24 novembre si è svolto presso il Policlinico S. Orsola Malpighi un importante incontro per un aggiornamento sull’operatività del Centro antidiabetico e sul futuro dell’assistenza ai diabetici dell’area metropolitana di Bologna, di cui desidero informarVi, dopo le precedenti comunicazioni rispettivamente dell’ 8 agosto e del 4 ottobre scorsi.

All’incontro sono state invitate tutte le Associazioni di pazienti diabetici della città: l’Associazione Diabetici di Bologna (ADB-Onlus), l’Associazione Giovani Diabetici (AGD) e Diabetici insieme a Bologna (DIA.BO). Era stata invitata anche la Federazione Diabete Emilia-Romagna (Fe.D.E.R.), ma non ha partecipato.

Il Policlinico S. Orsola è invece intervenuto con il Direttore Generale Mario Cavalli, il Direttore Sanitario Amleto Campagna, il Direttore dell’Unità Operativa di pediatria Andrea Pession, la Responsabile dell’area infermieristica Carolina Guerrieri ed il nuovo Direttore dell’Unità Operativa di Endocrinologia nonché facente funzione dell’ Unità Operativa di Diabetologia il Prof. Uberto Pagotto. Era presente tutto il personale medico strutturato e a tempo pieno dell’Unità di Diabetologia (dott. Michele Grimaldi, il dott Gilberto Laffi, la dott.ssa Giovanna Santacroce) e il dott Ribichini, neo-assunto a tempo parziale (con contratto libero professionale). Presenti anche la Coordinatrice infermieristica e le Assistenti sanitarie.

In  sintesi si riporta in grandi linee il progetto esposto dal Prof. U.Pagotto:

– c’è la volontà di riaprire l’agenda degli appuntamenti  richiamando i pazienti registrati nelle liste di attesa per la visita diabetologica, lista createsi nel periodo primavera-estate. La previsione è di smaltire tali liste e portare finalmente a regolarità la situazione entro febbraio2017;
Invito pertanto i pazienti diabetici che fanno capo al S. Orsola e che ancora non hanno programmato un controllo, a volere prendere contatto con il Centro antidiabetico;

– si vuole  reintegrare il corpo medico del Centro Antidiabetico del S. Orsola Malpighi (grazie anche ad un allentamento dei vincoli di reintegro del turn-over del personale) con due specializzandi, con un ricercatore universitario e con l’inserimento di un nuovo medico esperto, quest’ultimo previo bando di imminente pubblicazione e con un contratto libero professionale a tempo pieno.

– è stata espressa la volontà di continuare ad assicurare al Centro Antidiabetico S. Orsola Malpighi un ruolo di riferimento centrale nell’assistenza specialistica ai “pazienti diabetici complessi” di Bologna, in coordinamento con la rete territoriale e potenziandone la missione universitaria (ricerca, sperimentazione, centri di specializzazione). Quest’ultimo aspetto è ovviamente subordinato alla “organizzazione sanitaria” che sarà decisa dall’AUSL di Bologna.

Altri temi trattati:

-le problematiche della prossima transizione dei bambini diabetici in età pediatrica dopo aver raggiunto l’età adulta al Centro Antidiabetico, attualmente in carico alla Pediatria del S. Orsola vi sono circa 60 ragazzi;

– Il piede diabetico;

– il diabete in gravidanza

– le consulenze diabetologiche interne al Policlinico

– le complicanze

– la possibilità di avvalersi delle ultime innovazioni tecnologiche

– la continuità assistenziale dopo i ricoveri ospedalieri

– le attività educazionali e i rapporti con le Associazioni dei pazienti diabetici, con la volontà di avere con quest’ultime incontri periodici.

Aggiungo in conclusione un mio commento personale:

si è trattato indubbiamente di un incontro positivo, dopo l’immobilismo di questi ultimi mesi, dal quale traiamo la buona notizia – grazie alla recente e rinnovata attenzione della Direzione Generale del Policlinico al grave problema emerso ed alla piena disponibilità del personale sanitario del Centro antidiabetico – della riapertura della prenotazione delle visite di  controllo e del desiderio di riuscire a normalizzare la situazione entro i primi mesi del 2017.

Per tutti gli altri aspetti, a medio-lungo termine, solo strada facendo potremo verificarne l’attuazione ed esprimere un giudizio, fermo restando l’immediata constatazione di un punto critico di non secondaria importanza e cioè che i medici più che esperti andati in pensione verranno sostituiti con medici in formazione e con contratti non stabili.

Non posso mancare in conclusione di ringraziare tutti i soci ADB, che con i loro interventi, anche durante la recente Giornata Mondiale del Diabete che abbiamo festeggiato in Piazza Nettuno lo scorso 12 novembre, hanno contribuito ad accrescere la sensibilizzazione e la pressione sugli Organi  Istituzionali preposti affinché i nostri diritti di pazienti non siano trascurati.

 

Pubblicato in categoria Eventi | Lascia un commento

Servizio del Tg3 Emilia Romagna sulla Giornata mondiale del Diabete in Piazza del Nettuno

Pubblicato in categoria Eventi | Lascia un commento

Ottima Riuscita della Giornata Mondiale del Diabete in Piazza del Nettuno

 

Pubblicato in categoria Eventi | Lascia un commento

Articolo sulla situazione dell’U.O. Diabetologia del S. Orsola sul Carlino di Oggi

Pubblicato in categoria Eventi | Lascia un commento

Sabato tutti in piazza per la Giornata mondiale sul diabete

Pubblicato in categoria Eventi | Lascia un commento

LE DUE TORRI ILLUMINATE DI BLU SOGNO DI UN MONDO SENZA DIABETE

Bologna chiara di silenzio
azzurra
una folata di mondo bagnato dalla brezza
che rapisce le ombre
astratta
morbida
luce  blu sulle pietre
Bologna felice
ha in tasca il cielo
dalle Due Torri
sbucato
sogno
prenatale
di tremula
immobilità
nitide
restano
madri
per sempre
 
 
Poesia di Roberto Dall’Olio
per la Giornata Mondiale del Diabete 2016
 
Pubblicato in categoria Eventi | Lascia un commento

Lamentele giunte all’ADB per la situazione dell’U.O. Diabetologia del S.Orsola

Di seguito pubblichiamo altre due delle numerose lamentele giunte alla nostra Associazione da parte di pazienti con il diabete in merito alle difficoltà di prenotazione di una visita di controllo presso il centro Antidiabetico del S.Orsola:

 
Bologna, 06/07/2016 
Spett. Associazione Diabetici della Provincia di Bologna
Al Presidente ADB, Gentilissima signora Burzi Dott.ssa Gloria
 
Sono diabetico da 50 anni e sono stato sempre seguito da validissimi Diabetologi del Servizio Antidiabetico del Policlinico S. Orsola.
Ho iniziato quando il Centro, era considerato uno dei migliori d’Italia, seguito dal Prof. Pietro Vannini (Primario) con 8 – 9 diabetologi o forse più al suo seguito, perché molti medici venivano a far pratica nel reparto di 15 posti letto, attrezzato per far fronte alle problematiche del diabete e in cui sono stato ricoverato 3 volte.
Prima della Legge 115/87 ho fondato l’Associazione ADB e modestamente ho collaborato attivamente per far inserire in tale Legge prodotti indispensabili per la cura e la prevenzione della affezione diabetica (una volta io non la chiamavo malattia).
Un grande Primario dell’Ospedale S. Anna di Ferrara nei Convegni che organizzavo affermava che prevenire costava alla ASL meno che intervenire sulle complicanze non curate documentando la spesa sanitaria per le complicanze del piede. Questo è quanto sostengono i medici, le società scientifiche e gli studi più accreditati.
Andato in pensione il Prof. Vannini è subentrato il Dott. Adolfo Ciavarella che si è impegnato moltissimo per dare ai diabetici un valido servizio ma ……… la buona volontà molte volte non basta, visto che al momento del passaggio delle consegne sono cominciati i tagli con riduzione dei posti letto, mancata sostituzione dei medici che andavano in pensione o si trasferivano, invio ai medici di base di una parte cospicua di pazienti diabetici di tipo 2, riduzione del numero delle dietiste e infermieri. La stessa cosa sta accadendo oggi ma in maniera più eclatante, visto che i diabetici a rischio abbandono sono quelli più scompensati, insulino trattati e complessi e non quelli in terapia orale e compensati come allora. Addirittura si parla di una chiusura del Centro o di un non meglio precisato accorpamento, non si sa con chi. Dove verranno curati i diabetici che oltretutto stanno aumentando sempre più, come ci dicono gli studi epidemiologici??
Sembra che i responsabili della salute dei cittadini (Azienda Osp. ,ASL, Comune e Regione), non conoscano l’epidemiologia del diabete, patologia in forte espansione.
Una volta non dovevamo aspettare mesi, trimestri e semestri per una visita diabetologica. Ogni mese ci mettevamo in fila e pazientemente si procedeva all’esame glicemico e poi alla visita diabetologica. Ultimamente con il dott. Ciavarella la visita si faceva ogni 3 mesi. Da quando è andato in pensione non si sa più dove andare a farsi curare in quando l’agenda delle visite di controllo è stata chiusa per mancanza di medici diabetologi.
Io sono andato alla visita dal Dott. Laffi in aprile, al momento della prenotazione della visita successiva mi hanno detto che l’agenda è chiusa e che dovevo telefonare in Agosto per avere forse un appuntamento in Settembre. Vorrei sapere di chi è la colpa di questo sfascio: del nuovo Primario? del Direttore Generale del S.Orsola? della Regione?
Una volta quando esistevano delle problematiche si andava dal Primario e si risolvevano le criticità. Ora a chi mi devo rivolgere?? Se esiste questo Primario o Direttore, conosce lo squallore della situazione?? Tutti i diabetici e i cittadini devono essere messi al corrente di quanto sta succedendo, è una situazione che non può essere accettata e tollerata dalle persone affette da una patologia grave e invalidante quale è il diabete.
I fondi per assumere medici diabetologi e per rendere efficiente la Diabetologia ci sono, sono gli sprechi che vanno combattuti.
Tanto desideravo comunicare e con l’occasione porgo a Lei. al Consiglio Direttivo e a tutti i Soci ADB i miei più fervidi saluti.
 
 
 
D. G. Spett. Associazione Diabetici di Bologna, 
 
sono un paziente diabetico (causa oncologica) di 51 anni seguito dal centro diabetologico Ospedale S. Orsola da anni fino ad ora con soddisfazione.
In occasione dell’ultima visita effettuata il 15.04 mi è stata segnalata l’impossibilita di prenotare la visita di controllo a 4 mesi raccomandata dal Dottore con il quale ho effettuato la visita. Da allora faccio periodici tentativi di prenotazione telefonica (l’ultimo ieri) senza successo; ad oggi non ho data pianificata per prossima visita nonostante un quadro clinico complesso.
Mi rivolgo a voi per chiedere supporto nel segnalare con forza alla Direzione Ospedale S.Orsola che tale situazione non è accettabile sottoponendo i pazienti cronici come il sottoscritto ad un carico di problemi e tensioni addizionali senza per altro riuscire nell’intento di ottenere un servizio atteso da una struttura pubblica.
Sono a disposizione per ogni iniziativa che intenderete assumere per modificare questa grave situazione.
 
Cordialmente, (A.B.)

 

Di seguito pubblichiamo due delle numerose lamentele giunte alla nostra Associazione da parte di pazienti con il diabete in merito alle difficoltà di prenotazione di una visita di controllo presso il centro Antidiabetico del S.Orsola:

Inviato: lunedì 13 giugno 2016 21:52
A: Gloria Burzi <assdiabo@libero.it
 Oggetto: Comunicazione
 Alla presidente dell’ Associazione Diabetici Bologna
 Faccio seguito alla comunicazione telefonica di questa mattina, per segnalare la mia preoccupazione sul futuro della Diabetologia del policlinico Sant’Orsola Malpighi.
Per la prima volta in trent’anni di frequentazione del centro anti diabetico, mi sono trovata in presenza di una cosiddetta agenda chiusa per prenotare la visita successiva. Mi è stato esplicitamente detto che fino alla fine di giugno non è chiaro cosa accadrà di questo servizio, che io considero così importante per i diabetici di Bologna e quindi ovviamente anche per me stessa.
Molte sono le voci che circolano, si dice che il servizio verrà chiuso e trasferito nell’ambito del servizio di endocrinologia, che comunque i pazienti dovranno essere seguiti dal proprio medico di medicina generale, insomma uno scenario molto preoccupante e soprattutto privo di chiarezza.
La mia preoccupazione deriva dal fatto che questa reticenza a parlare chiaro del futuro della Diabetologia, possa preludere al fatto di ritrovarsi davanti al fatto compiuto della chiusura e di non potere più tornare indietro.
 
 
ASSOCIAZIONE DIABETICI DI BOLOGNA
Dott.ssa G. Burzi
Buongiorno, mi chiamo F. M. e sono seguito dalla Unità Operativa di Diabetologia del S. Orsola dal 1977 e dove mi sono sempre trovato molto bene sia dal punto professionale che da quello umano.
Volevo manifestare la mia preoccupazione sullo stato attuale dell’ Unità dovuta alla carenza di medici e di personale constatato per la prima volta ieri  e confermato dal fatto che non sono in grado di fissare una appuntamento per una visita diabetologica per ottobre/novembre in quanto hanno le agende chiuse.
Non voglio pensare ad un lento smaltimento di questo Servizio storico e di eccellenza per tutti i diabetici della ns. regione.
In attesa di una risposta confortante sulla permanenza di questa unità, cordiali saluti.
(F.M.)
Pubblicato in categoria Eventi | Lascia un commento

DECALOGO DI RICHIESTE da parte di ADB alla Direzione Generale

Premessa circa le problematiche della

U.O. di Diabetologia dell’Ospedale S. Orsola – Malpighi di Bologna

(foto: dell’ingresso del Centro Antidiabetico del S. Orsola)

Come già sapete ADB è una Associazione di volontariato, costituita da oltre 30 anni, che ha come “mission”, fra le altre, quella di rappresentare le persone con diabete presso le Istituzioni ai fini della tutela dei diritti degli stessi nel campo sanitario e sociale.

Negli ultimi mesi, a Bologna presso l’U.O. di Diabetologia dell’Ospedale S. Orsola – Malpighi, abbiamo registrato, purtroppo, una situazione difficile per i diabetici del comprensorio, derivante soprattutto da difficoltà di accesso alle strutture specialistiche, per lo più causate da una riduzione delle unità mediche.

I diabetologi che sono andati in pensione per raggiunti limiti di età o per altri motivi, non sono stati sostituiti da altri medici. Questo ha creato un intollerabile allungamento delle liste di attesa per le prime visite e per i controlli diabetologici per il follow-up della patologia.

In particolare, il ridimensionamento della Diabetologia del S. Orsola, punto di riferimento di migliaia di diabetici, ha portato al blocco delle agende di prenotazione, di riflesso molti diabetici si sono rivolti ad altre Strutture Diabetologiche che hanno portato in poco tempo alla loro saturazione con prenotazioni a 6 – 8 mesi.

Le lamentele delle persone diabetiche che ci giungono sono veementi e ormai giornaliere con richieste di intervenire presso le autorità sanitarie competenti al fine di eliminare le difficoltà che si sono create.

Di conseguenza ADB si è attivata con incontri con il Direttore Generale del S. Orsola (Dott. Mario Cavalli) e con lettere all’Assessore alle politiche per la salute della Regione Emilia Romagna (Dott. Sergio Venturi) che, purtroppo, sino ad ora non hanno portato alla soluzione dei problemi. Abbiamo ricevuto solo risposte vaghe e promesse indefinite, ma nulla di concreto.

L’ Associazione è in attesa di un nuovo incontro con la Direzione Generale del S. Orsola, qualora anche questo appuntamento non dovesse portare a soluzioni concrete ADB sarà costretta ad agire per le vie alternative che riterrà più opportune.

Non solo i soci ADB, ma l’intera cittadinanza, verrà informata delle difficoltà dei pazienti diabetici, causate da un insopportabile immobilismo della Direzione del Policlinico, se non da una ambigua volontà di ridimensionare le Strutture Diabetologiche adducendo, in particolare, motivi di razionalizzazione della spesa sanitaria a scapito di coloro che soffrono di diabete.

Di sotto viene riportato un DECALOGO di RICHIESTE da sottoporre al Direttore Generale, Mario Cavalli, e alle Istituzioni Sanitarie e Politiche sia cittadine che regionali.


DECALOGO

  1. LA UNITA’ OPERATIVA DI DIABETOLOGIA DEL S. ORSOLA NON VA CHIUSA
  2. VA SALVAGUARDATA LA SUA AUTONOMIA ORGANIZZATIVA E GESTIONALE
  3. VA MANTENUTA LA SUA PIENA CAPACITA’ OPERATIVA
  4. VANNO IMMEDIATAMENTE RIAPERTE, NON OLTRE IL 31 0TTOBRE, LE LISTE DI ATTESA DEI PAZIENTI
  5. VA NELLO STESSO TEMPO REINTEGRATA LA CARENZA MEDICA CHE SI E’ VENUTA A CREARE A SEGUITO DEL PENSIONAMENTO DI DUE UNITA’ MEDICHE
  6.  IL REINTEGRO DOVRA’ ESSERE ATTUATO CON MEDICI DIABETOLOGI O ENDOCRINOLOGI O ALTRI SPECIALISTI A CONDIZIONE CHE NEL LORO CURRICULUM ABBIANO ALLE SPALLE ANNI DI FORMAZIONE ED ESPERIENZA IN CAMPO DIABETOLOGICO E SIANO BEN PREPARATI NELLA CURA DEI CASI COMPLESSI.
  7. VA SALVAGUARDATO ANCHE IL PERSONALE NON MEDICO CHE E’ STATO FORMATO NEGLI ANNI ALLA ASSISTENZA, EDUCAZIONE E GESTIONE DELLE PERSONE CON DIABETE, NEL SENSO PIU’ AMPIO DELLA PAROLA
  8. VA REISERITA LA FIGURA DELLA DIETISTA ALL’INTERNO DELLA STRUTTURA SENZA CHE I PAZIENTI DEBBANO FARE TRAGITTI ESTERNI AL CENTRO ANTIDIABETICO ALLA RICERCA DELLA DIETISTA O FARE ULTERIORI ACCESSI PER USUFRUIRE DELLA DIETA
  9. VA MANTENUTA L’ASSISTENZA PIENA AI PAZIENTI COMPLESSI E/O COMPLICATI CHE NECESSITANO DI CURE ALTRETTANTO COMPLESSE, COSI’ COME L’ASSISTENZA ALLE GRAVIDE, PIEDE DIABETICO E PORTATORI DI STRUMENTAZIONI INNOVATIVE PER LA TERAPIA, MONITORAGGIO E GESTIONE DEL DIABETE
  10. I TEMPI DI ATTESA PER I CONTROLLI, NEL CASO DI PAZIENTI COMPLESSI E/O INSULINO TRATTATI, NON DEVE SUPERARE I 3 MESI, QUESTO IN BASE A TUTTE LE LINEE GUIDA NAZIONALI E INTERNAZIONALI

Comitato Futuro Diabetologia S. Orsola – Malpighi costituito in seno ad ADB

 

Pubblicato in categoria Eventi | Lascia un commento